• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Caso pratico: Acquisizione di un nuovo cliente e gestione Cespiti

Caso pratico: Acquisizione di un nuovo cliente e gestione Cespiti

Ho acquisito un nuovo cliente e devo inserire in INTEGRATO GB i cespiti della ditta per gestire gli adempimenti civilistici e fiscali. Quale procedura devo seguire per una gestione ottimale del registro cespiti e per ottenere il corretto riporto dei dati nei dichiarativi?

L’inserimento dei beni acquistati prima dell’esercizio contabile che si va a gestire per la prima volta con il modulo Contabilità GB si effettua dalla gestione “Cespiti”. Vediamo attraverso un esempio pratico come è necessario procedere.

La prima operazione richiesta dal programma è l’impostazione di “Gruppo e Specie” tra quelli indicati dal DM del 31/12/1988.

In base al gruppo e alla specie selezionati la procedura propone le relative sottospecie con le percentuali di ammortamento previste dalla normativa.

Per specificare il “Gruppo / Specie” cliccare nell’apposito pulsante, presente nel menù “Cespiti”.

Cespiti - Gruppo / Specie

Dopo aver indicato gruppo e specie di appartenenza è possibile procedere all’inserimento dei beni, sia materiali che immateriali, cliccando nei relativi pulsanti.

Beni materiali - Beni immateriali

Per creare la scheda cespite:

  • cliccare il pulsate “Nuovo”
  • compilare i dati obbligatori richiesti

Per i BENI MATERIALI:

  1. Descrizione
  2. Tipologia del bene
  3. Utilizzo
  4. Possesso (doppio click nel campo verde per indicare l’opzione)
  5. Data fattura
  6. Data entrata in funzione

Beni materiali

Per i BENI IMMATERIALI:

  1. Descrizione
  2. Data fattura
  3. Entrata in funzione

Beni immateriali

Dopo aver indicato i dati descrittivi del cespite, con doppio click nel campo verde “Conto“,  immettere il codice patrimoniale dell’immobilizzazione.

Codice patrimoniale dell’immobilizzazione

In automatico, in base al conto utilizzato viene collegata la relativa sottospecie con la % di ammortamento prevista.

Nella gestione “calcolo importo deducibile ai fini fiscali” indicare:

  • Costo storico del bene
  • Fondo ammortamento al 31/12 dell’anno precedente a quello in cui si effettua l’inserimento (esempio: 1° anno di utilizzo GB 2017 à indicare il fondo ammortamento al 31/12/2016).

Attenzione  Il Fondo ammortamento va indicato sia nella sezione “Civile – Fondo Ammortamento” e “Fiscale – Fondo ammortamento – Ordinario”!

Per maggiori approfondimenti, si consulti la Guida on-line ai punti 4.2.1 Beni materiali e 4.2.2 Beni immateriali.

La procedura deve essere ripetuta per ogni cespite della ditta.

Una volta terminato l’inserimento di tutti i beni si può eventualmente effettuare il calcolo dell’ammortamento.

Per farlo, accedere alla maschera “Calcolo” e cliccare il pulsante “Calcola amm.”.

Gli importi calcolati possono essere trasferiti in contabilità tramite il pulsante “Invia alla contabilità” .

Calcolo dell’ammortamento ed invio alla Contabilità

Nota bene In fase di predisposizione della dichiarazione dei redditi/Irap il software, tramite la gestione “Controlli” presente in contabilità, ricorda all’utente di calcolare, registrare e storicizzare gli ammortamenti sia dei beni materiali che immateriali, ai fini di un corretto riporto nei modelli fiscali.

LF/1

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons