• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Regime Iva per Cassa: registrazioni in prima nota

Chi adotta il regime di Iva per cassa, di cui all’art.32-bis D.L. 83/2012, deve registrare le fatture con l’Iva in sospensione poiché l’imposta diviene esigibile/detraibile nel momento in cui avviene la riscossione/pagamento della fattura.

Pertanto, anche in Contabilità GB, è fondamentale la registrazione della riscossione o del pagamento della fattura per far sì che l’imposta diventi esigibile/detraibile.

Vediamo come dobbiamo registrare:

  • fatture di vendita e di acquisto
  • la relativa riscossione/il relativo pagamento

Per usufruire del meccanismo dell’Iva per cassa è innanzitutto fondamentale utilizzare, in fase di registrazione, delle causali Iva con attiva la proprietà “Iva per cassa”.

Registrazione di una fattura di vendita

Fattura di vendita verso il cliente Rossi Srl per euro 1.630,25

Le causali da utilizzare sono quelle previste per il regime Iva normale, unica peculiarità della registrazione, in caso di Iva per cassa, è il campo “Reg” che:

  • è compilato in automatico dal software se la causale Iva utilizzata ha la proprietà “Iva per cassa”;
  • assume il valore “C-cassa”

Attribuendo il valore “C-cassa” la procedura liquida l’Iva  al momento della riscossione, infatti in questo caso l’importo dell’Iva non viene imputato al conto 45042 ma nei conti appositi dell’Iva per cassa, in questo caso 450434 – Iva vendite Art.32-Bis D.L.n.83/2012.

Registrazione di una fattura di acquisto

Fattura di acquisto dal fornitore Gamma Sas per euro 600,00

Anche in questo caso la procedura compila in automatico il campo “Reg.” attribuendo il valore “C-cassa”.

In questo caso l’importo dell’Iva non viene imputato al conto 45041 ma nei conti appositi dell’Iva per cassa, in questo caso 450433 – Iva acquisti Art.32-Bis D.L.n.83/2012.

Nella liquidazione Iva del mese di Gennaio, nelle sezioni acquisti/vendite in regime Iva per cassa, in corrispondenza delle causali utilizzate in prima nota, i campi “detraibile” e “a debito” sono a zero.

Registriamo ora l’incasso e il pagamento delle due fatture, supponendo che entrambi avvengano nel mese di febbraio.

Al salvataggio dell’incasso in automatico è prodotta la seguente registrazione:

dove l’Iva diviene esigibile pertanto troveremo il campo Reg. così valorizzato:

E-esigibile valorizzato in positivo

C-cassa valorizzato in negativo, per stornare quanto registrato nella fattura di vendita.

L’importo dell’Iva, imputato al conto apposito dell’Iva per cassa (450434), viene giro-contato al normale 45042.

Al salvataggio del pagamento in automatico è prodotta la seguente registrazione:

dove l’Iva diviene detraibile pertanto troveremo il campo Reg. così valorizzato:

E-esigibile valorizzato in positivo

C-cassa valorizzato in negativo, per annullare quanto registrato nella fattura di acquisto.

L’importo dell’Iva, imputato al conto apposito dell’Iva per cassa (450433), viene giro-contato al normale 45041.

A questo punto, nella liquidazione del mese di febbraio, troveremo gli importi dell’Iva delle due fatture nel saldo dell’Iva a debito e nell’Iva detraibile.

CB101-RIV/2

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons