• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Esempi di compilazione Quadro LM – Regime Forfetario

Il reddito di impresa o di lavoro autonomo, per i contribuenti che rientrano nel regime forfetario, è determinato applicando all’ammontare dei ricavi o dei compensi percepiti nel periodo d’imposta oggetto di dichiarazione, il coefficiente di redditività indicato nella tabella ministeriale.

Il coefficiente è diverso a seconda del codice ATECO che contraddistingue l’attività.  Nel software GB la compilazione del quadro LM avviene tramite un’apposita gestione “Dati per LM/RS”, cui si accede direttamente dal quadro o dalla contabilità.

Il contribuente nella presente dichiarazione deve indicare di possedere i requisiti di accesso al regime selezionando la casella posta in LM21 colonna 1, denominata “Sussistenza requisiti accesso regime (art.1, comma 54)”.

Contemporaneamente, il soggetto che ha aderito al regime forfetario, deve selezionare la casella posta in LM21 colonna 2 “Assenza cause ostative applicazione regime” , attestando di non trovarsi, al momento dell’ingresso nel regime, in alcune fattispecie d’incompatibilità (art.1, comma 57).

1.Attenzione

2.Check

Start-up

L’opzione “Nuova attività (art.1, comma 65)”, presente in LM21 colonna 3, viene selezionata in automatico dalla procedura se la contabilità 2015 è stata gestita con il software GB in base a quanto indicato nella maschera “Start Up”.

3.startUp

Quest’opzione permette di determinare il reddito imponibile ridotto di 1/3 come previsto dalla legge per i soggetti “start-up”.

La compilazione dei righi che vanno da LM22 a LM30 è condizionata dal codice/dai codici attività della ditta. Ci potremo trovare nelle seguenti situazioni:

1) Ditta con un solo codice attività

2) Ditta in multiattività ognuna appartenente a gruppi di settore diversi

3) Ditta in cui sono presenti più gruppi di settore con più di un codice attività

1) Ditta con un solo codice attività

In questo caso la sezione risulta così compilata:

4.Caso1

Nella colonna 1 troviamo il codice attività indicato in anagrafica e nelle colonne a seguire sono riportati in automatico:

  • il coefficiente di redditività
  • componenti positivi (solo in caso di software integrato)
  • reddito per attività

Effettuando doppio click nel campo “Codice attività” è possibile specificare se si tratta di un’impresa, un’impresa familiare o di un lavoro autonomo. Questo dato sarà utile alla compilazione della sezione “Dati per RS” di cui parleremo nelle prossime newsletter.

5.SchemaCaso1

2) Ditta in multiattività ognuna appartenente a gruppi di settore diversi

5.SchemaCaso2

In questo caso, come indicano le istruzioni ministeriali, se le attività rientrano in gruppi di settore differenti è necessario compilare un distinto rigo da LM22 a LM30.

6.Caso2

3) Ditta in cui sono presenti più gruppi di settore con più di un codice attività

8.SchemaCaso3

In questo caso l’anagrafica del programma sarà così impostata:

7.Anagrafica

e nella gestione troveremo compilato completamente il rigo relativo al gruppo di settore con attivo il check “Attività prevalente in anagrafica” (1). Nel secondo rigo andrà compilato il campo codice attività effettuando doppio click nella cella verde (2). Dalla maschera così aperta è necessario selezionare l’attività principale apponendo un check nell’apposita colonna (3).

9.Caso3

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la guida on-line.

B101 – CB101 – RIV/18

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons