• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Iva per Cassa: hai superato i 2 milioni di Euro di volume d’affari?

In Regime Iva per Cassa, l’Iva diventa esigibile al momento dell’effettiva riscossione/pagamento del corrispettivo o decorso un anno dall’effettuazione dell’operazione o qualora nel corso dell’anno sia superato il limite di 2 milioni di euro di volume d’affari.

Il regime Iva per Cassa di cui al D.L. 83/2012 consente di differire l’esigibilità dell’Iva per coloro che, operando nell’esercizio d’impresa, arti o professioni, e avendo realizzato nell’anno precedente un volume d’affari non superiore a due milioni di euro, effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi imponibili nel territorio dello Stato nei confronti di cessionari o committenti.

 NB: Possono entrare nel regime in esame solo i soggetti che nell’anno solare precedente hanno realizzato o, in caso d’inizio attività, prevedono di realizzare nell’anno in corso, un volume d’affari non superiore a due milioni di euro.

Il sistema dell’Iva per cassa è opzionale, ma una volta espressa l’opzione, il soggetto passivo è vincolato all’applicazione per almeno un triennio salvi i casi di superamento del limite di due milioni di euro di volume d’affari.

Come stabilito dall’articolo 7 del Decreto, oltre tale soglia avviene la cessazione automatica del regime a partire dal mese o trimestre successivo a quello in cui il limite è stato superato.

Nella liquidazione riguardante l’ultimo mese o trimestre in cui è stata applicata l’Iva per cassa è computato a debito l’ammontare dell’imposta non ancora versata in applicazione del regime Iva per cassa non più spettante. A partire della stessa liquidazione può essere esercitato, ai sensi dell’art.19 DPR n.633 del 1972 e seguenti, il diritto alla detrazione dell’imposta non ancora detratta relativa agli acquisti effettuati e non ancora pagati.

Se l’azienda in Regime Iva per Cassa in corso d’anno supera i due milioni di euro di volume d’affari, è costretta, ai fini della legge, a cessare il regime e liquidare nell’ultimo mese o trimestre in cui è stata applicata l’Iva per cassa l’intero debito/credito non ancora versato/detratto.

Per procedere alla fuoriuscita dal regime è necessario accedere alla maschera:

  • “ContBil”
  • Prima Nota
  • Contabilità Iva
  • Sezione “Regime Iva per Cassa art.32-bis D.L. 83/2012”

Esempio: volume d’affari al 31/12/2013 € 1.548.060,00, nel corso del 2014 il volume d’affari ammonta a € 2.059.054,00. L’azienda è costretta alla fuoriuscita dal regime Iva per Cassa.

All’interno della Tab “Regime Iva per Cassa”, inserendo un volume d’affari maggiore dei 2 milioni di €, il software in automatico procede alla deselezione dell’opzione “Regime Iva per Cassa art.32-bis D.L.83/2012”.

Per uscire dal regime è necessario confermare il seguente messaggio:

NB: è importante ricordare che, in caso di uscita dal regime, è necessario variare la data di uscita riportata e far confluire l’Iva di tutte le registrazioni non riscosse e non pagate nella liquidazione riguardante l’ultimo mese in cui è stata applicata l’Iva per cassa!

 Per far questo occorre:

1. Accedere alla maschera:

 – Contabilità Iva;

– Regime “Iva per Cassa” art. 32-bis D.L. 83/2012;

– Riepilogo Operazioni ;

2. Cliccare nel filtro “Iva differita non ancora esigibile (<11 mesi)”;

3. Selezionare tutte le registrazioni tramite la funzione ;

4. Cliccare su  per produrre le annotazioni Iva;

5. Inserire la data (se quella proposta non è corretta) e confermare il messaggio.

In automatico, in Prima Nota, si esegue la registrazione dell’Annotazione Iva che fa divenire esigibile/detraibile l’Iva differita delle fatture in Regime Iva per Cassa art.32-bis D.L. 83/2012.

I dati riportati nell’annotazione si riferiscono alla fattura collegata: l’imponibile è dato come differenza tra il totale fattura e ciò che in precedenza è stato già riscosso/pagato.

Tale procedimento, se necessario, dovrà essere eseguito anche per la sezione Fornitori.

NB: inoltre, se presenti, eseguire anche le annotazioni Iva delle Prime Note con scadenza = 11 mesi o =>12 mesi (primo e secondo filtro).

Per ulteriori informazioni sulla gestione Iva per Cassa consultare la guida on-line.

CB101 – FSA/03

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons