• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

IVA PER CASSA: riepilogo faq (2° Parte)

GBsoftware, per aiutare l’utente a risolvere alcune problematiche che si possono incontrare nel nuovo Regime Iva per Cassa art.32-bis, riepiloga domande e risposte da consultare all’interno della Guida on-line dal pulsante Vedi le FAQ.

Con la newsletter di oggi analizziamo alcune delle principali FAQ presenti nel “Regime Iva per Cassa art.32-bis D.L. 83/2012”.

Si ricorda che per visualizzare le FAQ è necessario cliccare il pulsante  presente all’interno delle guide on-line.

  Come si registrano le fatture con Iva per Cassa?

La registrazione è la stessa delle fatture con Iva ordinaria; la differenza sta nell’utilizzo di “Causali Iva” con proprietà nel Piano dei ContiCausali Iva – “Iva per Cassa”.

Questa proprietà permette di catalogare le operazioni con Iva ad esigibilità differita da non confluire in liquidazione nel mese di emissione, ma nel mese effettivo di riscossione/pagamento parziale o totale.

Effettuando la registrazione della riscossione/pagamento (pulsante Paga/Riscuoti all’interno dell’Elenco Prima Nota oppure dalla prima nota registrata pulsante “Pagamento/Riscossione), in fase di salvataggio viene creata ai fini Iva (le sole aliquote iva per cassa) la relativa annotazione nel registro “Annotazioni Iva Vendite/Acquisti per Cassa” proporzionalmente tra la somma pagata ed il corrispettivo complessivo dell’operazione.

 

Quali sono le causali Iva da utilizzare per registrazioni fatture con Iva per Cassa?

Le causali Iva rientranti nel regime Iva per cassa hanno la loro proprietà settata nel “Piano dei conti/causali” e all’utilizzo di questo compileranno automaticamente il nuovo campo “Reg”con la sigla “C- Cassa”.

Questa proprietà permette di liquidare l’iva al momento del pagamento/riscossione, infatti l’importo dell’iva non confluisce nel conto 45041/2 – IVA acquisti/vendite ma nei nuovi conti introdotti nel 2013 per tale normativa 450433/4 – Iva acquisti/vendite Art.32-Bis D.L. n.83/2012.

Questi sono dei conti di transito in cui l’iva viene inserita al momento della registrazione della fattura e successivamente stornata in fase di annotazione, contestualmente alla registrazione del pagamento/riscossione, ai conti esigibili 45041/2 – IVA acquisti/vendite.

 Come si crea e annota l’esigibilitàdetraibilità dell’Iva per cassa?

Effettuando la registrazione della riscossione/pagamento in uno dei 2 modi:

  • pulsante Paga/Riscuoti all’interno dell’Elenco Prima Nota
  • dalla prima nota registrata pulsante “Pagamento/Riscossione”,

in fase di salvataggio viene creata ai fini Iva (le sole aliquote iva per cassa) la relativa annotazione nel registro “Annotazioni Iva Vendite/Acquisti per Cassa” proporzionalmente tra la somma pagata ed il corrispettivo complessivo dell’operazione. L’annotazione creata viene compilata automaticamente dalla procedura e non può essere modificata.

Ho eseguito un pagamento della fattura e la procedura non ha effettuato nessuna annotazione. Come mai?

Se la registrazione del pagamento/riscossione della fattura viene effettuato da input e non collegato alla relativa fattura (tramite il pulsante Paga/Riscuoti all’interno dell’Elenco Prima Nota, oppure dalla prima nota registrata pulsante “Pagamento/Riscossione), la procedura non crea la registrazione dell’annotazione. Pertanto si rende necessaria l’eliminazione della registrazione del pagamento/riscossione effettuato da input e rifarlo collegandolo alla fattura come sopra indicato.

 Esempio di riscossione/pagamento non collegata alla fattura originaria

Esempio di riscossione/pagamento collegata alla fattura originaria

 Ho registrato una fattura di un privato con causali iva per cassa, come mai all’atto della riscossione non viene generata nessuna annotazione??

Per i soggetti non titolari di partita Iva è esclusa la possibilità di applicare l’Iva per cassa.

 

 La registrazione dell’Annotazione non ha attribuito il protocollo Iva. Come posso inserirlo?

Il protocollo Iva non viene indicato automaticamente per non vincolare l’utente alla registrazione degli incassi/pagamenti in ordine di data per quel registro Iva. Per procedere all’assegnazione e al riordino è necessario accedere alla gestione “Protocolli” all’interno della Prima nota, selezionare il registro con la progressività errata e cliccare nel pulsante “Riordina protocolli”.

 

Salvare le modifiche.

N.B. La presenza di protocollazione non regolare non permette il salvataggio della liquidazione Iva né la stampa dei registri Iva.

 

Per maggiori chiarimenti sul funzionamento dell’Anagrafica si rimanda alla guida on-line  7.2.4Regime Iva per Cassa Art. 32-bis D.L. 83/2012 presente all’interno della maschera stessa.

CB101 – FSA/8

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons