• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Saldo Iva 2014: contribuenti alla cassa il 16 marzo…

Il 16 marzo scade il versamento del saldo Iva 2014. L’Iva a debito è dovuta nel caso in cui l’importo è almeno pari a euro 10,33, ovvero euro 10 per effetto degli arrotondamenti effettuati in sede di dichiarazione annuale.

Il codice tributo con cui eseguire il versamento è “6099”, con anno di riferimento 2014. Nel caso in cui il contribuente opti per la rateazione dovrà essere indicato, nel campo rateazione, il numero della rata versata, ovvero “0101” nel caso di versamento in unica soluzione.

La data del 16 marzo non è il termine ultimo per il versamento del saldo Iva 2014, o almeno non lo è per tutti i contribuenti.

Vediamo perché….

Il 16 marzo è la scadenza per il versamento del saldo Iva per i contribuenti che presentano la dichiarazione Iva in forma autonoma. Questi contribuenti possono optare per il versamento in unica soluzione entro la predetta scadenza o per la rateazione dell’importo per numero massimo di 9 rate.

Se il soggetto presenta la dichiarazione Iva in forma unificata può optare, oltre al pagamento al 16 marzo, per il versamento entro la data prevista per le somme dovute in base al modello Unico, in unica soluzione o in forma rateale.

In poche parole…

SaldoIva_1

SaldoIva_2

lampadina sfondo grigioNel caso in cui si utilizza un credito per compensare il debito Iva gli interessi di spostamento dello 0,40% si calcolano sull’ammontare netto del debito, che si ottiene dopo aver fatto la compensazione.

Versamento saldo Iva annuale in Integrato GB
Gli utenti GB possono scegliere di versare l’importo dell’Iva annuale inviando il debito all’F24 dalla contabilità e dalla dichiarazione Iva/Iva Base.

1. Invio del debito Iva 2014 dalla contabilità all’F24.
Se la liquidazione Iva annuale finisce a debito e il versamento del saldo Iva viene effettuato in unica soluzione entro il 16 marzo, l’invio dell’importo da versate può essere effettuato direttamente dall’applicazione Contabilità GB.

Esempio

Contribuente Iva trimestrale con saldo liquidazione Iva annuale pari a € 4.773.

Versamento in unica soluzione: invio del debito all’F24 dall’applicazione ContBil.

SaldoIva_3

Al salvataggio della liquidazione il software chiede all’utente se l’importo del debito deve essere inviato all’applicazione F24.

Nel caso di risposta affermativa il debito è inviato all’F24 per procedere alla creazione del modello e del file telematico per l’invio.

Il debito è inviato nel mese di scadenza del tributo.

SaldoIva_4

In caso di risposta negativa il debito non è inviato all’F24 e si attiva il pulsante per un successivo invio.

In tutti i casi in cui l’utente sceglie il versamento rateale del debito Iva annuale deve gestirlo dalla dichiarazione Iva/Iva Base.

Esempio

Contribuente Iva trimestrale con saldo liquidazione Iva annuale pari a € 4.773.

Versamento in 3 rate a partire dal 16/03: invio del debito all’F24 dall’applicazione Iva Base.

SaldoIva_5

Per gestire il versamento dalla dichiarazione Iva Base accedere alla gestione “Pagamenti” e inviare il debito all’F24.

SaldoIva_6

lampadina sfondo grigio Per eseguire l’invio del debito all’F24 tutti i controlli presenti nell’omonima gestione devono essere “evasi” e la dichiarazione deve essere storicizzata.

Questi passaggi che abbiamo ricordato sono segnalati dal software nel caso in cui l’utente non li abbia fatti.

Prima di inviare il debito è consigliabile anche eseguire il controllo telematico della dichiarazione.

Il debito è inviato alla gestione “Riepilogo pagamenti dichiarazioni” dell’applicazione F24 – anno 2015, da dove sarà possibile scegliere la modalità di versamento.

SaldoIva_7

lampadina sfondo grigio Nel caso in cui ci sono crediti utilizzabili, l’eventuale compensazione deve essere selezionata prima di scegliere la modalità di versamento.

Dopo aver selezionato la modalità di versamento posizionarsi nella sezione 2. Riepilogo, in cui sono visualizzati i modelli predisposti che devono essere inviati all’F24.

SaldoIva_8

In F24 non resta altro da fare se non procedere alla creazione del file telematico per l’invio.

Nel caso di versamento del saldo Iva con le scadenza dell’Unico, l’invio del debito al riepilogo pagamenti sarà eseguito sempre dall’applicazione Iva/Iva Base e in base alla modalità di versamento scelta il software procederà al calcolo degli interessi spostamento e rateazione dovuti.

DB201 CB101 – TM/7

Metti in pratica la news che hai letto: scarica Contabilità GB!

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI
Simple Share Buttons